esposizioni e pubblicazioni

  • Settembre 2021. Un mio lavoro è presente nel volume  FT Fotografia Transfigurativa, che esce in libreria a cura di GTArt Photo Agency. Si tratta della prima raccolta antologica di autori che si riconoscono nell’omonima corrente fotografica, fondata da Carlo Riggi.
  • Settembre 2021. Un mio lavoro è selezionato e esposto in occasione dell’iniziativa Muriliberi 2021 a cura del Comune di Bomporto, Modena.
  • Settembre 2021. Un mio lavoro è selezionato e esposto in occasione del Coex2020 a cura di Fag Arti Visive presso Palazzo Ruspoli a Nemi.
  • Luglio 2021. Un mio lavoro è esposto a Arles nella collettiva I mostri di Arles 2021, in concomitanza con il festival Arles 2021 Rencontres  de la Photographie.
  • Luglio-Settembre 2021. Un mio lavoro è esposto nella mostra itinerante di arte contemporanea Gabbia•no | L’arte oltre le gabbie a cura di Maria Maddalena Manna.
  • Ottobre 2020. In concomitanza con Trieste Photo Days un mio lavoro viene esposto nel circuito Photo Days Tour presso Palazzo Meizlik, Aquileia.
  • Settembre 2020. Il mio progetto Temporary Places è selezionato e esposto in occasione del Coex2020 a cura di Fag Arti Visive presso Palazzo Ruspoli a Nemi.
  •  Maggio 2020. Il mio lavoro Calimera, La Cranara, è selezionato e pubblicato dal sito Futuro Arcaico, Osservatorio Artistico digitale, un progetto a cura di Folklore Elettrico
  • Nel dicembre 2019 un mio lavoro è esposto nella mostra fotografica collettiva Il Mostro 14 curata da Luciano Corvaglia, presso la Tevere Art Gallery di Roma.
  • Nell’ottobre 2019 un mio lavoro è presente nella mostra fotografica collettiva Autoritratto curata da Luciano Corvaglia, nell’ambito del Festival Todimmagina a Todi.
  • Nel settembre 2019 un mio lavoro è esposto nella mostra fotografica collettiva Prossima Fermata curata da Fag Arti Visive, presso la Torre Civica di Pomezia.
  • Nel luglio 2019 un mio lavoro è esposto nell’ambito del Festival Internazionale di Fotografia Voie Off di Arles.
  • Nell’ottobre 2018 sono presente con un mio lavoro nella mostra fotografica collettiva Il Mostro 11 curata da Luciano Corvaglia, presso la Tevere Art Gallery di Roma.
  • Nel giugno 2018, con il patrocinio dell’Associazione Radici Urbane, espongo il mio progetto fotografico Calimera/Temporary Places, in una mostra personale presso una residenza storica privata nel comune di Calimera, Lecce.
  • Nell’ottobre 2017, con il patrocinio del Comune di Casazza, espongo un  progetto fotografico sul Giappone nella doppia mostra personale Shisen/Sguardo, insieme alla fotografa Tamayo Horuchi, presso la Torre Medievale di Colognola di Casazza, Bergamo.

stefano montinaro

Fotografo, grafico, web designer, soundmaker. Vive e lavora a Roma.
Da sempre interessato alla sperimentazione sulla commistione dei linguaggi, dopo una lunga attività professionale nel settore della comunicazione pubblicitaria, intraprende un percorso personale alla ricerca di uno sguardo decentrato, orientato verso l’attenzione periferica all’eventualità del dettaglio nell’istante esatto in cui si compie.
Fra le sue produzioni, un’attenzione particolare è rivolta a forme di racconto visivo non lineare, che trovano la loro espressione naturale nel formato libro.
Numerose le sue esperienze di lavoro visuale e sonoro, spesso in tempo reale, in collaborazione con realtà affermate della ricerca teatrale e performativa.
Collabora con la compagnia di danza di ricerca Sistemi Dinamici Altamente Instabili per l’impianto grafico e iconografico di ogni produzione dal 1994 e, dal 2005, inizia a lavorare sul suono occupandosi anche del live set elettronico.
Nel 2009 collabora con la performer Paloma Calle per il suono live della performance Parlez moi presso La Casa Encendida a Madrid.
Dal 2011 e 2012 è autore dei video ed ospite live come musicista elettronico in svariate repliche dello spettacolo Rift del violinista Cesare Zanetti.
Dal 2013 progetta e realizza siti web su piattaforma WordPress per diverse realtà del campo formativo, artistico e commerciale.
Nel 2018 avvia il suo progetto formativo Alzare lo Sguardo, serie di laboratori fotografici per ragazzi e adulti che hanno come focus principale la rigenerazione dello sguardo.
Prosegue una ricerca personale sulla fotografia e sull’elaborazione digitale delle immagini, alcune sue foto sono esposte e pubblicate su quotidiani e periodici.

© 2020-2021 | Stefano Montinaro